Comuni.Cloud: la piattaforma tecnologica di Geropa Srl
Geropa Srl - Via di Grotte Portella, 34 - 00044 Frascati RM
+39 06.9408161
info@comuni.cloud

Adempimenti contabili

Tecnologia al servizio degli Enti locali

Cancellazione Mini cartelle

L’art. 4 del DL 119/2018, articolo disciplina la cancellazione delle “mini cartelle” :
«1. I debiti di importo residuo, alla data di entrata in vigore del presente decreto, fino a mille euro, comprensivo di capitale, interessi per ritardata iscrizione a ruolo e sanzioni, risultanti dai singoli carichi affidati agli agenti della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2010, ancorché’ riferiti alle cartelle per le quali è già intervenuta la richiesta di cui all’articolo 3, sono automaticamente annullati. L’annullamento è effettuato alla data del 31 dicembre 2018 per consentire il regolare svolgimento dei necessari adempimenti tecnici e contabili.
Ai fini del conseguente discarico, senza oneri amministrativi a carico dell’ente creditore, e dell’eliminazione dalle relative scritture patrimoniali, l’agente della riscossione trasmette agli enti interessati l’elenco delle quote annullate su supporto magnetico, ovvero in via telematica».

Abbiamo realizzato un servizio di codifica degli importi oggetto di cancellazione, registrati e consulta i tuoi dati.

ACCEDI

Riaccertamento Residui

L’art.3, comma 4, D.Lgs. 118/2011 dispone le regole generali per l’attività di riaccertamento ordinario dei residui in conformità al  Dlgs 118/2011 “…gli enti di cui al comma 1 provvedono, annualmente, al riaccertamento dei residui attivi e passivi, verificando, ai fini del rendiconto, le ragioni del loro mantenimento…”
Il punto 9.1 del principio contabile allegato n. 4/2 della contabilità finanziaria definisce le verifiche da effettuare ai fini del riaccertamento dei residui e prescrive quanto segue:
“..tutte le amministrazioni pubbliche effettuano annualmente, e in ogni caso prima della predisposizione del rendiconto con effetti sul medesimo, una ricognizione dei residui attivi e passivi diretta a verificare:
-la fondatezza giuridica dei crediti accertati e dell’esigibilità del credito;
– l’affidabilità della scadenza dell’obbligazione prevista in occasione dell’accertamento o dell’impegno;
-il permanere delle posizioni debitorie effettive degli impegni assunti;
-la corretta classificazione e imputazione dei crediti e dei debiti in bilancio.

LEGGI